giovedì 22 marzo 2012

Due anni RinTanati !

  Ne è passata d'acqua sotto i ponti da quando, con un gesto incauto, abbiamo preso in mano le redini di uno dei posti più, non dico malfamati,  ma perlomento alquanto chiaccherati del sud-ovest romano ! Quella che era la vecchia "Tana del Lupo"...


... le cui origini si son perse tra fumosi ricordi e fantasiose ricostruzioni, negli anni '90 aveva avuto momenti di gloria sopratutto durante la gestione di due loschi figuri, noti animatori  della scena notturna romana...


   Se è inutile indugiare oltre sulle gesta dei due, val la pena ricordare quando la Tana fu rimessa a nuovo, assumendo l'attuale configurazione, sotto il nome di Eno68, diventanto per una breve ma radiosa stagione, una sinistra vineria animata dall'estro e dalla esuberante personalità dell'allora gestore, tale G.M.


  Alfine, dopo un periodo di transizione in cui la povera Tana era diventata un ritrovo di allegri, seppur talvolta ambigui, cittadini brasiliani (con annessa colorazione gialloverde, oltre a varie ed eventuali), abbiamo deciso di compiere il gran passo. Riportato il tutto a colori più consoni, e ristabilita l'antica fede giallorossa che da sempre aveva permeato quelle 4 mura più soppalco, abbiamo provveduto ad una fastosa riapertura, speranzosi in un glorioso avvenire...


  Certo, del glorioso avvenire non v'è ancora traccia alcuna e d'acqua sotto i ponti n'è passata tanta. Ma anche di birra nel gargarozzo ne è scesa parecchia... Se l'apertura fu fatta con due fusti gentilmente messi a disposizione dagli amici del Macche, oltre ad uno sottratto dalle cantine del sempiterno Mirko Caretta, la situazione all'oggi, per gli amanti della cronaca, è la seguente: se semo quindi bevuti, per quanto riguarda il mercato italiano, L'olmaia (PVK, La 5, La 9, Christmas Duck); Birra del Borgo (ReAle, Duchessa, KeTo Reporter, Stelle e strisce, Genziana); Birrificio Italiano (Tipopils, Bibock, Fleurette); Birrificio Rurale (Seta, Terzo Miglio, Milady, Blackout); Karma (Lemon Ale, Carminia, Cubulteria, De Rinaldi); Opperbacco (Bianca piperita, 4 punto 7, L'Una, L'una Rossa, Eipiei, Tripping Flowers, 6sonIpa, Triplipa); Birrificio Lambrate (Biunda); Bi-Du (Artigianale, Confine); Troll (Patela, Panada, Shangri-La, Stella di Natale); Turan (Sonica, Sfumatura); Amiata (Bastarda Doppia); Orso Verde (Backdoor Bitter; Rebelde); Menaresta (Bevera, San Dalmazzo; 22 - La verguenza); Brewfist (24k, Burocracy e Spaceman); Ebrius Brewing (Ipa e Lucky Father Brown); Birra Stavio (Baffetti Pils); Brewfist/Beer Here (Caterpillar); Extraomnes (Zest, Blond DH, Saison, Tripel e Straf); Ducato (Blond, Ipa e Machete); Buskers (Ecstasy of gold, Dave, Paranoid, Kashmir, Devochka, PrimaveraArVerano); Toccalmatto (Zona Cesarini) e Mikkeller/Revelations Cat (Cream Ale). Per il resto del mondo Beck Brau (Lager, Zwickel Pils, Zoigl, Affumicator); De Ranke (XX Bitter, Guldenberg, Saison de Dottignes); De Molen (Vuur & Vlam, Rasputin, Heò & Verdoemenis e Hemel & Aarde), Fanø bryghus (Vestkyst) e De Proef (Reinardt Tripel). 
  Tutto questo grazie alla distribuzione del Domus Birrae, all'infinita rete di contatti del già citato Caretta e sopratutto a chi c'ha accordato fiducia e continuità nel tempo, in primis all'ottimo Moreno de l'Olmaia e successivamente agli amici di Karma e Opperbacco oltre alle semprepresenti Buskers Beer !
  Per quanto riguarda i vini, La tana mantiene sempre una rispettabile tradizione enoica, sopratutto grazie al sostegno ed alle attenzioni di Andrea Andeozzi e de I Botri di Ghiaccioforte oltre all'infaticabile, ed oramai introvabile, Bruno Alborghetti e la sua Enoteca Biologica.
 Last but non least, un tributo val al signor Sandrino, mente pensante e motore inarrestabile, responsabile dei fuochi e dei fornelli, e quindi di tutto quello che vi mangiate in Tana !


  Detto questo, vi si invita venerdi 23 marzo giusto prossimo a festeggiare con noi in Tana questo secondo anniversario dove, accompagnati dalle selezioni Ska/Rocksteady e Roots di Downbeat the Ruler ci berremo Extraomnes "Blond dryhopping" (eppoi "la 5" dell'Olmaia), Extraomnes "Saison" (eppoi "Cubulteria" di Karma), Birrificio Rurale "Terzo Miglio", Opperbacco "Triplipa" (appompa) e De Molen "Hel & Verdoemenis" (sempre appompa). Vi si aspetta, daje !


  
 

martedì 13 marzo 2012

Support Local Brewers (e varie e eventuali) !

Novità ed iniziative in questo movimentato mese di marzo. Si parte mercoledì 14, dalle 19, con una serata dedicata ai birrai locali, Support Local Brewers !, che più locali non si può. La prima è una Buskers Beer, la White Saison altresì detta PrimaveraArVerano, "ispirata ai profumi del camposanto, bacche di cipresso, aghi di pino, pepe di Szechuan e aroma floreale per celebrare la primavera anche laddove regna il silenzio", brassata assieme ad Andrea di Aleph Beer a Borgorose presso il vecchio impianto di Birra del Borgo e rimasta poi a riposare in silenzio sotto 2 metri di neve (amen).

Le altre due birre sono invece opera di Ebrius Brewing e quindi dell'altro Buskers Marco Chiossi, tra l'altro gestore del primo beershop dei Castelli Romani, ovvero l'Ebrius di Marino. Ambedue prodotte da e in collaborazione col Birrificio artigianale scaligero Mastino II:  la prima è una IPA da 4,9 gradi color oro, molto agrumata al naso e con un amaro pronunciato che nulla toglie ai sentori di lime e di pompelmo rosa. 

 
La seconda è invece la Lucky father brown, una imperial brown ale color tonaca di frate con lievi riflessi rossastri al naso dove "spicca la generosa alcolicità e la mescolanza tra nocciola,cacao amaro e caramello ben bilanciato dalla speziatura dovuta al’incrocio di luppoli inglesi ed americani. Al palato ben distinte le note calde del malto e dell’alcol con un pastoso retrogusto di cacao amaro e torrefatto ed una lieve sensazione di frutti rossi, dovuto dal luppolo americano ed inglese".

Quest'ultima, se tutto va bene, verrà spinata a pompa come suggerisce il buon Marco. A proposito di pompe,  e qui l'argomento si fa subito bollente:  siamo quindi finalmente muniti  (con la gioia dei nostri sottoscrittori - perchè in Tana siamo poveri e le spese extra le sostengono in anticipo gli avventori, si tratti di un bigliardino, delle rinomate pompe di cui sopra e tra un po' anche le bollette della luce...) !!! Ergo,  sabato 17 marzo, dalle 19, Una serata fortemente ambigua: "La 9" dell'Olmaia e una "Rasputin" di De Molen a pompa, oltre ad altre tre birre da decidere... PUMP UP THE BEER !!!


Last but not least, la Tana... compie due anni a breve.  Vedremo di organizzare qualcosa di molto celebrativo, quindi rimanete sintonizzati !!!